Ajò Energia

Ajò Energia è attualmente l’unica azienda sarda al 100% nella fornitura di energia elettrica.

Conosco da tanti anni i suoi fondatori, Alessio Lai e Luca Massidda.
A essere precisi, inizia a lavorare nel mondo dell’energia proprio lavorando per loro nel 2011.
Ai tempi loro gestivano una agenzia di vendita, e io muovevo i primi passi nel settore;

Dopo 2 anni di una reciprocamente proficua collaborazione, nel 2013 decisi di proseguire il mio percorso da solo, e da loro sub agente diventai un loro collega, aprendo la mia agenzia di vendita.

Le nostre strade presero direzioni diverse, e mentre io mi concentravo nella vendita nella grande distribuzione, loro creavano uno dei più performanti esempi di teleselling su scala nazionale, andando a crescere sempre di più, sempre di più, fino a quando decisero di fare il “grande passo”, e aprire una loro azienda fornitrice, diventando quindi i “venditori di se stessi” e non più di “terzi” come avviene nella maggior parte dei casi.

Nel frattempo io sperimento, cambio, provo, riprovo, disfo e riparto mille volte.
Affino il mio metodo di approccio al cliente, e da venditore nel giro di qualche anno divento un consulente vero e proprio. Ed è così che un giorno, mentre inizio a capire cosa “potrei fare da grande”, mi giro e mi accorgo che quei ragazzi con cui avevo lavorato qualche anno fa avevano coronato il sogno del 90% dei venditori di energia in Italia: aprire la loro azienda, uscendo da quella morsa micidiale che spesso è la vendita per terzi.

Ed ecco che oggi Ajò Energia è la più grande realtà sarda nel panorama dei fornitori di luce e gas, in costante crescita con una acquisizione di oltre 50.000 punti di fornitura all’anno, è attiva anche nell’efficientamento energetico dove, grazie al superbonus 110%, centinaia di famiglie sarde hanno potuto valorizzare la propria abitazione con interventi di energia rinnovabile e di efficientamento.
Come centinaia sono le famiglie che si sostentano grazie ad Ajò Energia grazie ai posti di lavoro che ha dato e continua a dare.

Insomma, non c’è bisogni di dirvi che tutto questo non è certamente grazie a me, dato che in questi anni io facevo tutt’altro. Tuttavia la vita spesso ci allontana, per poi riavvicinarci.

Ed ecco che nel 2021 ci incontriamo nuovamente per una chiacchierata, e nonostante il notevole gap di risultati (ahimè a mio sfavore), la voglia di lavorare nuovamente insieme c’è da parte di tutti.
In questi 10 anni siamo tutti cresciuti, abbiamo fatto esperienze molto diverse.

E se Alessio e Luca hanno creato e perfezionato un sistema di vendita eccellente, io in questi anni ho perfezionato un sistema di fidelizzazione altrettanto eccellente. Due modi di vedere il commercio di energia diametralmente opposti: da una parte il consulente, che acquisisce pochissimi clienti che fidelizza al punto di diventare amico con tanti di loro. Dall’altra un sistema sui grandi numeri, che per contro rende più difficoltoso creare quell’empatia che solo un volto può dare.

Ed è così che mi viene fatta una proposta matura, più adeguata alle nostre età non più giovanissime. E dal 1 Aprile divento Project Manager di Ajò Energia.

Si che bello, siamo tutti felici per te. Ma cos’è un Project Manager?
L’avete pensato vero?

Oltre a essere una definizione molto “cool” da mettere nel biglietto da visita, il Project Manager è una figura che si sposa alla perfezione alla mia indole visionaria del fare impresa.
Ed ecco quindi che, dopo più di 10 anni, finalmente ho la possibilità di contribuire al creare prodotti su misura dei clienti, cosa che mai avrei potuto fare come agente limitandomi a poter offrire i prodotti a scatola chiusa che mese per mese l’azienda del momento mi mandava.

Si che bello, ma a noi che cambia?

Cambia, cambia eccome.
E vi spiego perchè.
Fino a qualche mese fa il mio sostentamento economico era basato sul numero di contratti che stipulavo ogni mese. Tanti contratti = tanti soldini, niente contratti = niente soldini.
Immaginatevi che guadagni quando tra dicembre e gennaio ho dovuto dire a circa 150 persone che non era conveniente per loro fare un cambio di fornitore…
Ecco quei 150 clienti, se avessero firmato, avrebbero pagato nelle loro fatture il tanto per fami mangiare.

Ve la faccio più semplice.
Le aziende di energia (ma anche di telefonia) commercializzano i proprio prodotti attraverso le reti vendita: call center, agenzie, agenti singoli.
Viene riconosciuto un gettone “X” per ogni contratto stipulato.
Per aiutare le agenzie a fare i contratti, viene speso “XX” in pubblicità e marketing.
Ecco, quella “X” (la provvigione che viene data all’agente) e quella “XX” (la pubblicità), provate a pensare, chi li paga? Voi.

Ed ecco che qui entra in gioco il mio lavoro.
Come vi raccontavo, io non sono un agente in Ajò Energia, ma un dipendente che viene retribuito per il proprio tempo e non per la quantità di contratti stipulati.

E grazie a ciò oggi sono in grado di offrirvi dei prodotti dove non sono inseriti i costi legati alla filiera di vendita e alla pubblicità.

Si tratta di prodotti che non sono pubblicizzati, che non sono venduti da agenti, call center o altro. Dei prodotti totalmente trasparenti, dove realmente l’unica cosa che si paga è l’energia. E solo grazie alla referenza ci si può accedere.

Volete sapere di più? Chiamatemi o meglio ancora scrivetemi un bel whatsapp e vi parlerò di un mondo fantastico che non pensavo nemmeno io potesse esistere!